Perché i mercati finanziari stanno crollando?

Questo lunedì appena passato è stata la riprova che ci troviamo in un turbinio di fattori. Lo avevamo detto che l’ultima settimana di Agosto sarebbe stata molto più volatile anche del terremoto che ci fu sui mercati finanziari durante la svalutazione dello Yen, ma mai ce lo saremmo aspettato di vedere cross come USD/JPY fare 5-600 pips in un minuto, e 1000 in 2 giorni. Sono dei valori che vanno al di là del normale trading, e nemmeno i traders più navigati avevano visto delle manovre del genere sui mercati.

Resta il fatto che se avete seguito i nostri consigli settimana per settimana, non siete di sicuro stati colti di sorpresa. Molti sono stati però colti di sorpresa, ed è necessario fare quindi un punto della situazione, risolvendo tutti i punti interrogativi di questa crisi grandissima.

L’IFO Business Climate
è ormai alle porte, e sarà un indicatore importantissimo per determinare se assisteremo o meno ad una caduta ancora più profonda da parte della Cina, che sta attraversando la più grande crisi di tutta la sua storia.

Ecco quindi, le cause del crollo in corso dei mercati azionari.

Azionario Cinese

La negatività nei mercati Cinesi ha portato il più grande movimento ribassista mai visto in Cina. Soltanto nelle ultime 6 giornate, l’azionari oCinese è crollato del 20%, alimentando il panico e la volatilità. Le azioni in Europa e nel Nord America ne hanno risentito, con lo S&P500 che è caduto del 15% dai suoi recenti picchi di Luglio. Il Dollaro è stato messo sotto pressione e i traders vedono sempre più l’innalzamento dei tassi come un miraggio.

Federal Reserve

A proposito di innalzamento tassi, anche questo è un fattore principale che sta decretando il crollo dei mercati. Le chance si sono infatti ridotte al 10%. Basta vedere come stanno andando i bond decennali per capire che ormai non ci sarà nessun innalzamento dei tassi:

usa

Grecia e Germania

Ormai ci siamo messi alle spalle il Grexit, ma Tsipras e il suo tentativo di vincere nuovamente le elezioni per aumentare il suo potere è una minaccia secondo i più. Molti investitori sono preoccupati del fatto che in caso di vittoria potrebbe esserci una nuova spaccatura con l’eurozona.

La crisi Cinese sta dando molti problemi all’economia tedesca, e molto probabilmente presto le nazioni europee andranno da Draghi per richiedere supporto all’economia.

Guadagnare soldi con i bitcoin

Il bitcoin, abbiamo visto nell’ultimo articolo, è una delle criptovalute più diffuse e più utili per proteggere il proprio denaro. Ma non è questo l’unico utilizzo che possiamo fare dei bitcoin. In effetti moltissime persone stanno già utilizzando i bitcoin per uno scopo forse ancora più nobile: guadagnare.

Ma come si fa a guadagnare soldi bitcoin?



La risposta è molto semplice: piattaforme come Markets consentono di scommettere sull’andamento del bitcoin, con profitti piuttosto elevati. Possiamo dire, anzi, che vista l’elevata volatilità del mercato dei bitcoin e la facilità relativa con cui è possibile fare le previsioni, i bitcoin sono una forma ideale di investimento speculativo.

Ma perché cambia il valore del bitcoin? Di solito in relazione a qualche evento particolare. Quando capita, ad esempio, che c’è un grosso sequestro di bitcoin perché magari un sito vendeva droghe o altre sostanze illegali e si faceva pagare appunto in bitcoin, il valore della valuta virtuale crolla. Se invece si diffonde la notizia che un grande sito legale incomincia ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento, ovviamente il valore del bitcoin aumenta. E si tratta sempre di notizie che hanno ampio spazio sui mezzi di comunicazione e quindi è facilissimo prevedere l’andamento di questa valuta.

Il bitcoin è un asset molto semplice da tradare anche perché non ci sono poteri forti che ne influenzano le quotazioni: si comporta sempre, esattamente, come prevede la teoria. Questo significa che il bitcoin è perfetto per tutti coloro che vogliono fare analisi tecnica. In molti casi, infatti, capita che chi faccia analisi tecnica su altri asset si trovi spiazzato dall’intervento interessato dei soliti poteri forti. Nel caso del bitcoin, invece, i poteri forti non possono proprio intervenire e quindi anche il piccolo trader può fare grandi guadagni.

Perché Markets.com
Abbiamo citato, poco fa, la piattaforma Markets.com come strumento ideale per guadagnare soldi con i bitcoin. In effetti è una delle piattaforme di trading più complete e funzionali al mondo, una piattaforma con cui è possibile fare trading di una serie infinita di asset finanziari, dal forex alle azioni. Ovviamente Markets.com offre un supporto pieno al trading di bitcoin.

Tra le altre caratteristiche di questa meravigliosa piattaforma dobbiamo sicuramente ricordare il bonus fino a 2.500 euro che viene offerto a tutti gli iscritti e l’assoluta convenienza. Si tratta infatti di una piattaforma completamente gratuita e senza commissioni. Per tutti coloro che vogliono guadagnare con i bitcoin, suggeriamo di aprire un conto su Markets.com: clicca qui subito per aprire il tuo conto.

Markets.com è autorizzata e regolamentata dalla CONSOB, il che fornisce una garanzia assoluta di protezione per tutti coloro che decidono di adoperare Markets.com per investire sui bitcoin o su qualunque altro asset finanziario.

Bitcoin e criptovalute, la rivoluzione che cambierà il mondo?

Sono anni ormai che le banche centrali hanno messo in moto le rotative, innondando il mondo di liquidità. In pratica per coprire le gravissime carenze di politiche economiche dei governi (impegnati più che altro a comprare consenso facile) le banche centrali hanno espanso all’inverosimile la base monetaria. Se ad un primo esame può sembrare positivo (ai politici piace sempre molto), in effetti è qualcosa di enormemente negativo. Perché? Semplicemente perché il denaro così vale meno. Giorno dopo giorno, in pratica, i tuoi risparmi valgono di meno perché le banche centrali stanno stampando denaro. E se per motivi contingenti (leggi crisi economica) fino ad oggi non si è verificato alcun fenomeno inflattivo, siamo sicuri che appena la crisi smetterà di mordere si scatenerà un’iperinflazione da far tremare i polsi.

Che cosa può fare il cittadino comune per difendersi da queste politiche scellerate? Primo, potrebbe ricordarsene quando va a votare. Purtroppo però la maggior parte degli elettori pensa a vivere con i soldi degli altri piuttosto che a difendere il suo lavoro e il suo patrimonio (lo Stato moderno ha abituato i cittadini a vivere da parassiti, solo autonomi e imprenditori pensano con la propria testa e sono una piccola minoranza).

Ma allora che può fare chi vuole difendersi? Potrebbe acquistare oro fisico (non strumenti finanziari derivati) e conservarlo in paesi con certezza di diritto e rispetto per le libertà fondamentali degli individui (cioè in Svizzera). Tuttavia l’oro fisico è perfetto per preservare il patrimonio ma non è molto comodo per fare transazioni soprattutto online (anche se l’idea di tornare alle care vecchie monete d’oro non sarebbe completamente sbagliata).

E allora che cosa si può fare?

Si possono adottare le criptovalute. Si tratta di valute non controllate da banche centrale ma gestite con un sistema distribuito che impedisce a chiunque di prenderne il controllo. La più famosa delle criptovalute è il bitcoin che ha raggiunto gli onori della cronaca, in questi anni, per il grande numero di persone che hanno cominciato a fare trading di bitcoin.

Il bitcoin ha diversi vantaggi. Per prima cosa non è soggetto al controllo di una banca centrale e quindi agli appetiti dei politici. Vista che la produzione di bitcoin è sempre più difficile, in pratica si tratta di una moneta intrinsecamente in deflazione. Questo significa che il denaro convertito in bitcoin acquista valore per il solo fatto di esistere. Un vantaggio immenso. In secondo luogo, i bitcoin sono facilissimi da usare: basta un click di fatto per effettuare un pagamento. E questi pagamenti, per dire, sono anche nascosti ai rapaci occhi degli stati, sempre più avidamente interessati a estorcere denaro ai cittadini (ormai ridotti a sudditi) tramite le tasse.

Con i bitcoin, quindi, è possibile preservare il proprio patrimonio e allo stesso tempo avere un mezzo di pagamento discreto, sicuro e poco controllabile dai governi.

Ma i bitcoin sono molto volatili, direbbe qualcuno. E’ vero, c’è un elevato livello di volatitiità con quotazioni che cambiano continuamente. Questo non è un problema, anzi può essere un’occasione per fare facili e immediati guadagni (cosa di cui parleremo con il prossimo post). Chi vuole utilizzare il bitcoin come moneta di scambio o per la semplice tesaurizzazione si deve semplicemente dimenticare del fatto che le quotazioni cambiano di giorno in giorno o di minuto in minuto.