Che cosa è il trading online

Vi siete mai chiesti che cosa sia il Trading Online? Noi sì, ma ormai tanti anni fa, e quel giorno ci portò a fare un percorso così bello e lungo, fatto di sconfitte ma sopratutto di vittorie, che ci hanno portato oggi a stare qui davanti a voi, a parlare del trading online insieme a tutti gli altri nostri lettori che ci seguono e vogliono saperne di più di questa cosa di cui tutti parlano: il trading online. Ci sono tanti siti online che spiegano che cosa è il trading online, una delle più belle definizioni che abbiamo trovato è questa: http://www.migliorefinanza.com/trading/. Vogliamo comunque esprimere la nostra opinione sul trading online.

Non è un segreto che ormai tutti parlano del trading online, in quanto si tratta di una delle attività imprenditoriali più gettonate. Sì, avete capito bene: “Attività Imprenditoriale”, e non di certo “scommessa” o “gioco d’azzardo”. Nel trading online infatti, si investono soldi, per guadagnarne altri; può andar bene, come può andare male, come in qualsiasi altra attività imprenditoriale che si rispetti.

Che cosa significa Trading Online

Essenzialmente, il trading online significa acquistare e vendere i mercati finanziari, come ad esempio: azioni, forex, materie prime e molto altro ancora.

Attraverso il trading online con i CFD, la modalità più popolare con la quale si fa trading online sui mercati finanziari, non è necessario possedere “fisicamente” i sottostanti, come ad esempio delle azioni Apple, o la coppia valutaria EUR/USD, in quanto si specula semplicemente sul rialzo o ribasso del prezzo.

Il trading online, consiste dunque nell’acquisto e vendita di prodotti finanziari, con una piattaforma di trading online. Queste piattaforme, vengono fatte utilizzare gratuitamente dai broker di trading online, che permettono anche la registrazione gratuita di un conto demo oppure reale, ecco com’è una piattaforma di trading online:

piattaforme-trading

Gran parte dei broker di trading online, danno la possibilità di fare trading online con numerosi strumenti finanziari, come ad esempio le azioni, materie prime e anche le coppie valutarie.

Il trading con le azioni era già molto popolare prima dell’avvento del trading online, ma c’è un prodotto finanziario che ha beneficiato di una popolarità a dir poco prodigiosa grazie alla rete: il forex, ovvero il trading delle valute.

Trading online: il Forex

Il Forex è senza dubbio il tassello più importante del trading online, dove girano più soldi e dove ci sono più persone pronte a fare trading ogni giorno. Ma che cos’è il Forex? Il Forex è il mercato delle valute, che può essere sfruttato per speculare sui mercati finanziari, attraverso il rialzo o il ribasso di quest’ultimi. Per semplificare il concetto, immagina di dover partire per Miami la prossima settimana, e quindi scambi i tuoi euro per dollari. Un settimana dopo, il tuo viaggio viene purtroppo annullato e devi scambiare nuovamente i tuoi soldi. Te ne vengono restituiti 510, guadagni quindi 10 euro in totale. Miracolo, fortuna? No niente di tutto questo, è accaduto ciò perché hai acquistato dollari ad un tasso di cambio favorevole, e la settimana seguente il dollaro è salito contro il valore dell’Euro. Senza nemmeno volerlo quindi, sei riuscito ad ottenere un profitto sui mercati finanziari delle valute, acquistando i tuoi dollari ad un basso tasso, rivendendoli ad un tasso ben più alto.

Come fare Trading Online

Per fare questo ed altro sui mercati finanziari, non c’è più bisogno di dover recarsi in banca o alle poste, non c’è nemmeno bisogno di uscire di casa per fare ciò, ma basta connettersi ad internet, per iniziare a contrattare sui mercati finanziari sia tramite il proprio computer di casa, che con lo smartphone.

Ecco alcuni dei mercati sui quali puoi fare trading online:

mercati-tradingonline

Ricordiamo inoltre, che non è necessario essere dei maghi della finanza, per fare trading online. Attraverso il trading online, è possibile aprire e chiudere le proprie posizioni, semplicemente selezionando un mercato finanziario, la quantità da acquistare (o vendere) e la direzione di qualsiasi mercato: azioni, forex, materie prime e molto altro ancora.

Se invece pensi che il trading online sia troppo difficile per te, ricordati che esistono anche le opzioni binarie, che sono una sorta di trading online estremamente semplificato, dove tutto quello che devi fare è scegliere il prodotto sul quale vuoi investire, e decidere se secondo te andrà al rialzo o al ribasso.

Ricordiamo inoltre, che nel trading online attraverso i broker regolati CONSOB, non sono presenti alcune commissioni per l’apertura e la chiusura di posizioni di trading online. Tutti i broker che noi consigliamo, sono “commissions-free”, e potete quindi stare tranquilli, sapendo di fare trading con i migliori broker di trading online, regolati e a norma di legge.

Trading e la leva finanziaria

Se si compra basso, e si vende alto, si otterrà un profitto. Se si investe però poco, il profitto sarà relativamente piccolo. Questo è uno dei limiti del trading online. Tuttavia, è stata inventata la leva finanziaria che permette di aumentare il proprio potere d’acquisto, contemporaneamente aumentando il profitto potenziale. Invece di un profitto potenziale di 10 euro, nell’esempio precedente, avresti potuto ottenere teoricamente svariate migliaia di euro di profitto.

Come si apre una posizione di trading online

Come-Fare-Trading-Online

Per fare trading online, è molto semplice. Per aprire una posizione, bastano 3 passaggi:

– Scegli lo strumento di trading
– Seleziona un importo
– Acquista o vendi

È molto semplice, e tutti ci riescono. Tuttavia, bisogna capire dove investire: al rialzo o al ribasso? Per capire i pattern futuri di prezzo, studiando i comportamenti passati, si usa l’analisi tecnica, che permette di investire con consapevolezza, in base al principio che “Il mercato sconta tutto”, e che quindi tutte le news economiche passate, sono già rappresenta sul grafico di prezzo. Può anche essere utilizzata l’analisi macroeconomica, ovvero lo studio delle news e dei dati macroeconomici, che vengono quotidianamente rilasciati sul Calendario Economico.

Il trading è forse la miglior invenzione degli ultimi 20 anni, e dovreste iniziare già da oggi a farlo, per iniziare immediatamente a crearvi un’entrata secondaria.

Che cosa è l’analisi tecnica

Oggi vorremmo parlarvi dell’analisi tecnica, uno degli strumenti fondamentali, che permette ai trader forex, di investire con sapienza e facilità all’interno degli svariati mercati finanziari, che possono essere: forex, azioni, materie prime, e molto altro ancora.

I metodi che vengono solitamente utilizzati per analizzare i titoli e prendere decisioni di investimento, si dividono in due grandi categorie: analisi fondamentale e analisi tecnica. L’analisi fondamentale viene messa in pratica analizzando le caratteristiche di una società al fine di stimare il suo valore. L’analisi tecnica ha un approccio completamente diverso; non si preoccupa del ”valore” di una società o di una coppia di valute. I tecnici (a volte chiamati chartists) sono interessati solo i movimenti del prezzo sul mercato.

Nonostante tutti gli strumenti fantasiosi che vengono solitamente utilizzati, l’analisi tecnica in realtà studia solo la domanda e l’offerta in un mercato, nel tentativo di stabilire quale direzione, o tendenza, continuerà in futuro. In altre parole, l’analisi tecnica cerca di comprendere le emozioni del mercato studiando il mercato stesso, rispetto ai suoi componenti. Se si capisce i vantaggi e i limiti dell’analisi tecnica, si può beneficiare di un nuovo set di strumenti e di competenze che vi permetteranno di essere un trader o investitore migliore.

Andiamo quindi a vedere le basi dell’analisi tecnica.

Che cos’è l’Analisi Tecnica

L’analisi tecnica, è essenzialmente un metodo per valutare un mercato, attraverso l’analisi delle varie statistiche che sono state generate dall’attività di mercato, come ad esempio i prezzi passati ed il volume. L’analisi tecnica non cerca di capire il valore intrinseco di un mercato, ma utilizza i grafici e altri strumenti per identificare delle formazioni che possono suggerire dei possibili movimenti futuri. Più specificatamente, l’analisi tecnica, è basata su tre fattori:

1. Il mercato “prezza” tutto: quelli che non amano l’analisi tecnica, dicono che quest’ultima non considera i fattori fondamentali, come ad esempio le news macroeconomiche. In realtà però, l’analisi tecnica si basa sul principio che il movimento del prezzo su un dato mercato, è in realtà un fattore economico, ovvero che il prezzo è tutto ciò che ha impattato o potrebbe impattare sul mercato.
Gli analisti tecnici, credono infatti che i fondamentali, assieme agli svariati dati economici del mercato, siano già ben impostati sulla quotazione, rendendo quindi trascurabile questo tipo di analisi macro aggiuntiva.

2. Il trend è ciò che fa muovere il mercato: Secondo i professionisti dell’analisi tecnica, i movimenti di prezzo che ci sono su un sottostante, seguono esattamente l’andamento di un trend (almeno sul lungo termine). Dopo la validazione di un trend quindi, il movimento futuro del prezzo può verificarsi verso la solita direzione del trend. Infatti, gran parte dell’analisi tecnica, si basa proprio su questa regola.

3. La storia, è ciclica: è proprio così, la storia tende a ripetersi nel tempo. I prezzi hanno una natura estremamente ciclica. Le Onde di Elliot (che si basano su un’altro indicatore fondamentale ovvero Fibonacci) sono proprio un esempio lampante di come i mercati siano molto prevedibili.