Corsi di Formazione: i vantaggi della formazione continua

Le attività di formazione ed istruzione di tutti i cittadini, i corsi per intenderci, sono una parte vitale dello sviluppo della nostra società. Le attività di istruzione permanente consentono infatti di educare e aggiornare i cittadini nel mondo del lavoro.

La Formazione nel mondo del Lavoro

Le attività di Formazione hanno un’importanza vitale nel mondo del lavoro, in quanto rappresentano un vero e proprio percorso che è necessario capire e studiare prima di essere pronti ad entrare nel mondo del lavoro.

La formazione professionale iniziale è dedicata a tutte quelle persone, solitamente giovani, che si devono ancora affacciare al mondo del lavoro per la primissima volta.

Per quanto concerne le figure lavorative già ben formate, si parla solitamente di formazione professionale continua, in quanto questa tipologia di formazione viene effettuata nei confronti di persone che hanno perso il proprio lavoro oppure che stanno entrando in un nuovo inserimento.

Queste tipologie di corsi sono la riprova che ormai la formazione perdura per tutta la vita, e l’apprendimento deve protendersi in maniera permanente durante tutta la propria attività lavorativa. Il mondo del lavoro è infatti in continua evoluzione; grazie ad internet e alla globalizzazione oggi è sempre più importante lo sviluppo personale e il “lifelong learning”.

Cosa si studia nei corsi

Nei corsi si studiano principalmente nozioni specifiche e tecniche estremamente connesse in base al tipo di lavoro che il corso necessita di insegnare ad effettuare. Sono previste delle ore di lezione teorica, anche se in realtà la percentuale di ore dedicate alla pratica è solitamente maggiore.

Al termine del corso è poi solitamente previsto un periodo di tirocinio direttamente all’interno dell’azienda, dove il lavoratore procede a lavorare stando a contatto con possibili colleghi, mettendo dunque alla prova le svariate conoscenza acquisite.

Alla fine del corso, sono solitamente previste delle qualifiche professionali che possono avere valenza su tutto il territorio italiano, nel caso in cui venissero redatte in base a dei parametri ben precisi.

I corsi vengono organizzati dai Centri di Formazione Professionale o dalle imprese (da enti accreditati secondo la legge).

I corsi possono durare in base alla tipologia di lavoro che è necessario apprendere. Possono quindi durare da qualche ora per corsi di aggiornamento serali, fino a corsi di durata pari a tre anni compresi nel nuovo obbligo formativo.

La formazione continua viene dunque rivolta alle persone che sono solitamente a rischio disoccupazione, in mobilità oppure in cassa integrazione. In modo da rendere un lavoratore a rischio sempre ben aggiornato sui cambiamenti industriali oppure sull’evoluzione dei sistemi di produzione attraverso degli eventi di riqualificazione o di formazione.

Dei veri e propri corsi di formazione ed educazione degli adulti, che tramite la formazione consentono alle persone con un livello di formazione ed istruzione sotto la media di consentire l’accesso all’educazione lavorativa ed all’istruzione.

Questi corsi vengono effettuati tramite il finanziamento pubblico (Fondo Sociale Europeo, Fondi Ministeriali, Fondi Regionali) tramite delle agenzie accreditate.

Vantaggi della Formazione

La formazione continua attraverso corsi può portare sia sul breve che lungo termine svariati vantaggi ai lavoratori ed ai giovani. Perfezionare in maniera continua le proprie conoscenze e capacità consente di essere sempre di più dei lavoratori capaci e al passo coi tempi, così come di ricevere uno stipendio più alto oppure di scalare verso i piani alti dell’azienda.

Non si tratta di un solo vantaggio per il lavoratore, ma anche per l’azienda stessa. La forza lavoro può dunque risultare estremamente più qualificata, potendo dunque risultare più competitiva sui mercati nazionali e sui mercati mondiali.

Corsi di Trading Online

Il Trading Online (abbreviato come TOL) rappresenta un vero e proprio lavoro, tramite il quale è possibile investire all’interno dei mercati finanziari, cercando di ottenere un rendimento in base all’andamento degli asset sui quali si è investito. Per un approfindimento sul trading, suggeriamo la guida al trading online di OsservatorioFinanza.it

Sono molti i professionisti che lavorano in questo ambito, che può essere assimilato ad un mestiere imprenditoriale, dove si investono i propri soldi per crearne essenzialmente altri, grazie ai mercati finanziari.

I corsi di trading online consentono di preparare o aggiornare l’investitore ad operare sui mercati finanziari a pagamento oppure gratuita.

Tramite questi corsi, vengono insegnate le tecniche di formazione di base, tra cui:

  • Money Management
  • Analisi Tecnica
  • Analisi Fondamentale
  • Psicologia del Trading
  • Molto altro ancora

Si trattano dunque di lezioni di investimento che responsabilizzano ed educano il trader, in procinto di entrare all’interno di un mercato ad alta volatilità (e quindi ad alto rischio) come quello del Forex, Azioni, Materie Prime, Criptovalute, Etc.

Il trading online sta ogni anno diventando sempre di più un lavoro per tantissime persone che hanno perso il loro impiego, e che provano quindi a mettersi in proprio speculando sui mercati.

Le strategie giuste per investire in azioni

strategie investire in borsaFare soldi investendo in azioni è uno dei sogni ricorrenti di molti principianti. Ma è veramente possibile guadagnare in questo modo? La risposta è difficile da dare. Ci sono persone che riescono a rovinarsi velocemente investendo in azioni (soprattutto sono le persone che pensano che investire in azioni significa comprare azioni, il parco buoi insomma) e ci sono persone che diventano ricche grazie ai mercati azionari.

A noi interessano, ovviamente, solo queste ultime persone. Per prima cosa, è importante sottolineare che queste persone fanno uso esclusivamente di strumenti derivati per investire in Borsa e si guardano bene dal comprare azioni.

In secondo luogo queste persone stanno sempre attente ad utilizzare strategie che siano davvero vincenti. Prima di proseguire, invitiamo tutti a dare un’occhiata a https://www.investireinborsa.me/strategie/ che contiene un’interessante rassegna di strategie per fare trading online in Borsa. Da notare che queste strategie consentono di guadagnare sia utilizzando le opzioni binarie che i contratti per differenza a seconda delle preferenze del trader e del suo livello di preparazione personale.

Ora, chi vuole conoscere questa o quella strategia particolare può andare sul sito e studiarla. In questo articolo ci occupiamo invece di alcuni concetti di base. Per prima cosa, non basta trovare la strategia giusta, bisogna seguirla con disciplina. E qui viene il bello perché molti trader poco esperti hanno la tendenza a fare di testa propria. In pratica, questi personaggi seguono la strategia quando, nelle loro menti, pensano che sia vincente e ne seguono un’altra in alcuni casi. Insomma, per dirla in maniera più semplice, operano completamente a caso. Il risultato? Perdono soldi rapidamente e poi si lamentano che la Borsa è una truffa legalizzata. Non funziona così.

Se io scelgo una strategia lo devo fare con convinzione. Non tutte le strategie sono buone, questo è ovvio, ma devo appunto cercare di concentrarmi per trovare una strategia che funziona davvero. Una volta trovata la strategia, bisogna seguirla sempre e comunque, in maniera disciplinata. Che cosa succede quando un’operazione dettata dalla strategia non convince? Niente, bisogna eseguirla comunque. Poi magari valutare se si è andati in profitto o in perdita. E se si va in perdita spesso, ovviamente, cambiare subito la strategia.

Purtroppo non è questo l’unico vincolo a cui stare attenti per ottenere il risultato migliore possibile con le strategie per investire in Borsa. Bisogna anche sempre fare money management. Questo significa stare veramente molto attenti a quello che si fa, non investendo tutto il proprio denaro su una singola operazione che potrebbe andare male. Come si fa money management dal punto di vista pratico? Si suddivide il capitale in piccolo blocchi e si utilizza solo un blocco per ciascuna operazione sul mercato azionario. Alcuni trader operano con appena il 2% del capitale in ciascuna operazione, altri osano di più e arrivano anche al 5%. Tutto dipende anche dall’esperienza e dalla bravura del trader. Più è alta la quantità di capitale impiegata sulla singola operazione e più si guadagna ma aumentano contestualmente anche i rischi connessi al trading. Viceversa se la quantità di capitale è bassa, si rischia molto meno e si guadagna anche meno. Chi sta imparando a fare trading online dovrebbe in effetti preferire metodi di money management più conservativi mentre chi è già esperto e deve puntare al massimo guadagno può scegliere di rischiare un po’ di più.

Investire in oro oggi: crollano in borsa le quotazioni del biondo metallo

Il biondo metallo è da sempre uno dei più interessanti, solidi e redditizi strumenti finanziari disponibili per i piccoli investitori che cerchino investimenti sicuri e versatili. Molti tra i più importanti portali di informazione sul mondo degli investimenti come migliori-investimenti.com, Investing e Mercati24 possiedono sezioni unicamente relative all’oro e ai beni rifugio, il cui mercato rimane uno dei più vivaci e liquidi al mondo. Tuttavia anche per un asset tanto affidabile esistono variabili di mercato in grado di inficiare anche i trend in apparenza più robusti: a prova di quanto detto negli scorsi giorni l’intero mercato aurifero mondiale è stato protagonista di una brutto crollo in seguito a un’enorme ordine di vendite che ha fatto crollare le quotazioni dell’oro in poche ore da 1,255 a 1,236 dollari l’oncia, un dato che rispecchia i miseri minimi toccati a metà dello scorso maggio.

A molti potrà sembrare quasi assurdo che da un solo movimento di mercato possa essere scaturita una tale influenza sul trend del comparto aurifero, ma in questo caso si trarra davvero di una manovra quasi senza precedenti, tanto che ha fatto nelle prime ore pensare a un banale errore: nel giro di soli 60 secondi infatti sono state messe sul mercato ben 1,8 milioni di once del più puro dei metalli, pari a circa 51 tonnellate di oro puro. Per dare un’idea ai lettori si tratta di più oro di quanto ne possegga l’intera Grecia, un patrimonio dorato che si aggira come valore intorno ai 2,2 miliardi di dollari. Forniti questi numeri appare più comprensibile il dato fornito in introduzione, ma rimane lo stupore per questa operazione ancora incomprensibile per la maggior parte degli analisti. Per molti anzi si potrebbe davvero trattare di un banale quanto per nulla irrilevante errore: un tasto sbagliato sulla tastiera, un momento di disattenzione, magari il trader in questione non ricordava che sul Comex di New York l’unità di misura dei contratti futures si basa appunto su lotti da 100 once ciascuno, e ha venduto 100 volte tanto quello che facilmente era suo interesse fare. Il motivo insomma non è ancora chiaro, ma gli effetti si sono purtroppo e immediatamente sentiti sui mercati europei e nelle storiche piazze d’affari del Vecchio Continente.

Detto questo anche tra le conseguenze si può trovare un aspetto degno di curiosità, che ha stupito analisti e investitori i quali non hanno esitato a definirlo misterioso: quanto è accaduto infatti rimane senza spiegazione ma ormai è accertato, passato, ma perlomeno si pensava di poter prevedere l’andamento del trend generale. Invece, e contrariamente a quanto solitamente capita nel mercato dell’oro in seguito a un rapido crollo come quello a cui si è assistito in questi giorni, questa volta il crash è rientrato solo parzialmente all’interno della stessa sessione di mercato: le quotazioni reali infatti non sono più riuscite a risalire sopra quota 1,250 dollari, rimanendo anzi fissi intorno agli 1,240 dollari all’oncia. Vero è che da tempo il biondo metallo aveva intrapreso una strada ribassista, complice la convinzione che la Fed intende seriamente proseguire la politica di stretta monetaria, ma d’altro canto negli ultimi giorni non sono arrivate neanche grandi notizie o novità che lasciassero intendere un tale movimento sui mercati. Inoltre anche il mercato dell’argento ha visto negli ultimi tempi vendite eccessive e anomale che hanno fatto sorgere diversi dubbi, ma che ancora non hanno rivelato alcuna vera risposta.

Nel comparto aurifero continua a dominare dunque un clima di incertezza, mentre trader, analisti, banche e investitori cercano di capire come muoversi nei prossimi giorni
: all’investitore e risparmiatore consigliamo pertanto estrema prudenza nel caso volesse investire in oro oggi o in generale nei beni rifugio. Piuttosto è consigliabile informarsi sulle ultime notizie e tendenze prima di effettuare operazioni di mercato, e per farlo potete sempre visitare l’ormai affermato portale sul mondo della finanza migliori-investimenti.com, dove è possibile trovare ogni settimana guide sui migliori investimenti del momento e le ultime notizie sui mercati finanziari.

Cash formula: tutta la verità

Pensare di poter diventare ricchi, in poco tempo, senza saper fare nulla e senza fare nulla è un sogno oppure un incubo? E’ un sogno oppure potrebbe diventare una realtà? Molti tra coloro che non sanno fanno niente e che non vogliono fare niente per migliorarsi ritengono che sia realtà. E cascano facilmente nelle truffe come Cash Formula.

Che cos’è Cash Formula? Una specie di truffa, molto ben congeniata, che promette guadagni facili a tutti coloro che si iscrivono al sistema. In teoria si tratta di un software in grado di operare automaticamente sui mercati finanziari per generare profitti per tutti gli iscritti. Ovviamente è solo uno specchietto per le allodole: chi affida il proprio denaro a Cash Formula non lo rivede più. I creatori di Cash Formula intascano il denaro e spariscono, quando va bene.

Quando invece vogliono fare le cose in grande, generano dei falsi profitti in modo che il cliente (pollo) pensi che il sistema funziona davvero. A questo punto iniziano a chiamare con insistenza il cliente per convincerlo a fare un deposito ancora maggiore. Ci sono polli che ci cascano veramente di brutto: alcuni investono tutti i loro risparmi, altri arrivano a ipotecare o vendere la casa. Ovviamente una volta ottenuti tutti i soldi del cliente, quelli di Cash Formula spariscono.

Si tratta di una truffa bella e buona che colpisce soprattutto coloro che sono alla facile ricerca di scorciatoie. Persone che vogliono avere successo nella vita ma non vogliono impegnarsi, soffrire e sudare per il successo.

Perché diciamo questo? Perché effettivamente il trading online può generare profitti e parliamo di profitti elevati. Giusto per fare un esempio, uno degli uomini più ricchi del mondo Warren Buffet, è diventato ricco proprio grazie al trading azionario. E questo è solo l’esempio più grande: sono migliaia i trader italiani che hanno raggiunto facilmente il benessere grazie al trading online.

Ma per fare soldi con il trading ci vuole impegno, passione, determinazione. Il trading non è adatto a tutti: perché bisogna stare ore dietro ad un computer, a studiare e provare. E perché soprattutto ci vuole coraggio per fare trading. Il trading può comportare delle perdite e tutti possono perdere quando fanno trading. Ci sono persone che quando perdono anche un solo centesimo iniziano a strillare, urlano che sono state truffate. Queste persone al primo centesimo che perdono vanno sui forum a scrivere che il trading online è una truffa legalizzate. Ebbene, il trading non fa decisamente per loro. Eppure sono il target ideale di truffe come Cash Formula.

Chi è coraggioso, chi è in grado di andare fino in fondo sempre e comunque, invece, capisce che le perdite fanno parte del gioco e ne fa tesoro. Molto spesso infatti la perdita può essere una grande lezione di vita e di trading che potrà evitare perdite maggiori nel futuro.

Che cosa possiamo dedurre da questo discorso? Semplicemente, che il trading online è fatto di lavoro, impegno e soprattutto di coraggio. Non tutti possono fare trading online e chi non ha la stoffa è meglio che ne stia alla larga. Ne abbiamo veramente piene le scatole di novellini che scrivono castronerie sui forum. Allo stesso tempo, possiamo affermare che i soldi facili non esistono da nessuna parte e che sistemi come Cash Formula non funzionano affatto.

Cash Formula è una truffa vera e propria e nessuno dovrebbe utilizzarla, per nessuna ragione. E’ periocoloso affidare il proprio denaro a Cash Formula (è sicuro che non lo si rivede indietro) ma è altrettanto pericoloso lasciare i propri dati personali: si rischia di essere bersagliati di telefonate, si rischia che i dati vengono rivenduti o che, in alcuni casi, venga richiesto un pagamento. Ad alcuni utenti che si erano iscritti e che, avendo fiutato la truffa, non avevano effettuato alcun deposito, è stato richiesto un pagamento di 300 euro per aver utilizzato il software Cash Formula.

Perché Cash Formula, secondo i suoi creatori, è un software per fare trading automatico che viene offerto in uso gratuito a chi fa un deposito (deposito che poi ovviamente si volatilizza). Ma chi non deposita deve pagare. In fondo è una bella lezione per coloro che hanno creduto alle chiacchiere e alla pubblicità ingannevole di Cash Formula: adesso devono pagare per la loro dabbenaggine. Gli è andata bene perché ci sono persone che ci hanno rimesso la casa…

Opzioni binarie: cosa sono e come funzionano

trading binarioLe opzioni binarie sono una delle più grandi innovazioni finanziarie delle storie: di fatto hanno reso possibile l’accesso al trading online da parte di migliaia di trader, molti dei quali totalmente inesperti. Il trading di opzioni binarie è in effeti un’attività estremamente semplice dal punto di vista tecnico: tutto quello che si deve sapere è la natura del funzionamento del trading binario.

Spiegare come funziona il trading binario è semplice: un’opzione binaria è un particolare strumento derivato caratterizzato dal fatto che può assumere eslusivamente due valori: in the money e out of money. Se l’opzione è in the money paga un rendimento, se è out of money non paga rendimento e, a seconda dei casi, potrebbe comportare persino una perdita.

Quando si fa trading binario si sottoscrivono opzioni binarie e le si mantiene fino a scadenza (almeno nel caso più semplice). La scadenza di un’opzione binaria può variare da pochi secondo (di solito 30 secondi o 60 secondi) e arriva teoricamente anche a molti mesi. Dal punto di vista pratico però difficilmente quando si fa trading binario si sottoscrivono opzioni con scadenza superiori ai 15 minuti.

Ogni opzioni binarie ha associata una scadenza e una previsione: se quando l’opzione va a scadenza la previsione si rivela corretta, allora l’opzione è in the money. Altrimenti, l’opzione va out of money. Quando il trader sottoscrive l’opzione, deve indicare anche qual è il suo capitale. Il rendimento dell’opzioni è di solito calcolato proprio sulla base del capitale. Ad esempio, molte opzioni pagano comunemente l’85% di rendimento medio. Anche la perdita eventuale è calcolata a partire dal capitale iniziale.

Trading binario strategie

Ma il trading binario garantisce guadagni facili per tutti? E’ sufficiente aprire un conto su un broker per cominciare a guadagnare? La risposta è ovviamente no. Per guadagnare con il trading online di opzioni binarie è assolutamente necessario utilizzare strategie di trading appropriate. Una buona strategia di trading è in grado di generare profitti elevati perché le operazioni che chiudono in the money sono largamente superiori a quelle che chiudono out of money. Tuttavia non esiste alcuna strategia effettiva che garantisca il 100% di operazioni in the money. Questo perché i mercati finanziari sono per loro natura prevedibili al 100%: ecco perché nessuno è in grado di pensare strategie con il 100% di successi. Ci sono autoproclamati esperti di trading che millantano di poterlo fare, questo è vero, ma richiedono parecchi soldi per cedere i loro preziosi segreti. Inutile dire che è molto meglio stare alla larga. Elaborare una buona strategia di opzioni binarie, capace di produrre profitti maggiori delle perdite, è molto più facile di quello che si possa pensare.

Senza voler entrare troppo nel dettaglio, esistono sostanzialmente due classi possibili di analisi dei mercati. L’analisi fondamentale parte dall’analisi del valore economico dell’asset. Ad esempio, se stiamo utilizzando le opzioni binarie per fare trading sulle azioni, questo tipo di analisi considera il bilancio dell’azienda di cui stiamo facendo trading, le sue prospettive di mercato, ecc…L’analisi tecnica, invece, si basa esclusivamente sull’osservazione dei grafici. Visto che le opzioni binarie hanno di solito uno scadenza piuttosto corta, di solito si preferisce fare analisi tecnica piuttosto che analisi fondamentale. Ma in fondo si tratta più che altro di una preferenza personale, visto che entrambi i tipi di analisi funzionano piuttosto bene.

Trading binario grafici

In ogni caso, abbiamo detto, l’analisi tecnica è quella che riscuote il successo maggiore tra i trader di opzioni binarie. Questo tipo di analisi parte dall’osservazione dei grafici che rappresentano l’andamento del prezzo del asset. In base al grafico è possibile fare semplicissimi ragionamenti. Ad esempio: se il grafico va decisamente e costantemente verso l’alto, è estremamente probabile che il prezzo salirà. Viceversa se il grafico va decisamente verso il basso, il prezzo scenderà. E se non ci sono direzioni nette nel grafico? Probabilmente un esperto potrebbe approfittare alla grande di questa situazione, ma un principiante potrebbe semplicemente decidere che è meglio lasciare perdere il trading per quel giorno. Ovviamente parliamo di un singolo asset, ma gli asset che possiamo tradare con le opzioni binarie sono moltissimi. Quindi se vediamo, ad esempio, che per un giorno non possiamo fare trading su una singola azione perché il grafico non ci piace, possiamo passare ad un’altra azione. O ad una materia prima. O ad una coppia di valute forex. Insomma, anche la scelta dell’asset su cui fare trading può essere considerata parte della strategia. E, guarda caso, è possibile fare questa scelta proprio osservando i grafici.

Trading binario demo

Per coloro che decidono di fare trading binario può essere interessante provare una demo, cioè una simulazione del trading fatta senza rischiare assolutamente nulla. In pratica sono le stesse piattaforme di trading che si utilizzano per il trading con soldi veri che fanno operare il trader appena iscritto con dei soldi virtuali. Il vantaggio delle demo del trading binario è duplice: da una parte è possibile capire come funziona e magari verificare anche se è adatto alle proprie capacità. Dall’altra, è possibile valutare analiticamente una piattaforma, verificando se dal punto di vista tecnico funziona in maniera corretta.

Come iniziare a fare trading online

trading onlineNell’articolo di oggi cercherò di dare dei consigli a tutti coloro che muovono i primi passi sui mercati con esempi e qualche chicca per gli aspiranti trader.
Il trading on line sta attirando moltissimi italiani per via dei grandi guadagni che si possono fare. Ma è proprio così? Per alcuni i guadagni sono enormi ma naturalmente si arriva a questa condizione dopo un periodo di studio e formazione.
Posso dividere la questione in alcuni argomenti che andrò a sviscerare:

  • Imparare a fare trading
  • Strategie e money management
  • Stop loss
  • Gestire le emozioni
  • Forum trading online

Imparare a fare trading

Il primo consiglio che voglio dare a chi vuole capire come fare trading online è quello di iniziare da un concetto : nessuno può prometterti guadagni sicuri. Dunque evita di inseguire le notizie sui media anche perchè molto spesso sono pilotati da chi ha interessi sopratutto negli investimenti in borsa. Nel momento in cui una notizia viene data è giù vecchia.

Per cui inizia dalle basi, magari da un buon corso di trading. Considera che ci sono già ottimi broker come Markets.com che offrono fantastiche guide in pdf e video da scaricare per tutti i principianti. Fai pratica ed inizia a creare una tua strategia. Non esistono metodi miracolosi per cominciare a guadagnare dunque creati col tempo una tua strategia ed applicala rigorosamente monitorando i risultati.

Strategie e money management

Come detto in precedenza impostare una strategia è importante se viene seguita fedelmente. Chi guadagna oggi sui mercati di solito segue pochi asset che conosce benissimo e fa delle operazioni molto semplici. La differenza rispetto al principiante è che nel momento in cui qualcosa va storto o cambia è in grado di continuare secondo il programma stabilito.. Per fare questo serve gestire il denaro correttamente. Quando senti parlare di money management si fa riferimento proprio a questo.

Se dopo una operazione vincente ti fai prendere la mano o esci troppo presto da una posizione vincente stai sbagliando qualcosa e non stai facendo money mangement.

Stop loss

Se operi ad esempio nel forex avrai notato che i broker hanno avvisato tutti di impostare gli stop loss sulle proprie piattaforme a causa della situazione greca. Cerco di spiegarmi. Nel momento in cui acquisti una azione in borsa o apri una posizione nel forex devi stabilire a priori qual è la perdita massima che potete subire. Le piattaforme di trading ti consentono infatti di impostare un limite in modo da non intaccare i fondi nel conto di trading. Non cercare di rifarti subito di una perdita o di guadagnare troppo da una posizione vincente ma ricordati di impostare i limiti sul conto.

Gestire le emozioni

Un trader è vincente se riesce a controllare le proprie operazioni. Una cosa è operare con dei conti demo, un’altra è investire soldi veri. Per questo motivo cerca di operare con distacco ed applica come un automa i passi che hai scritto nel tuo piani di trading.
Sia il panico o situazioni di euforia dovute ai grandi guadagni possono essere estremamente negativi. Per essere profittevole devi essere metodico quasi a livello maniacale seguendo un metodo altrimenti rischi di ricadere nella famosa categoria del parco buoi, i polli che vengono spennati dai broker.

Trading online forum

Molti investitori frequentano i forum di finanza alla ricerca di informazioni su utili su come e quando investire online. Ti posso dire che molto spesso ci sono delle informazioni totalmente errate come quelle che sostengono di non vendere mai quando un asset di mercato è al ribasso. Sono i luoghi comuni che distruggono il trading. Analogamente non devi credere che ci sia un porto sicuro su cui puntare.

Molto spesso nei forum trovi informazioni molto utili per la cultura di base ma estremamente deleterie per l’operatività vera e propria
. Ci sono poi molto utenti che provano a vendere i loro servizi come ebook o segnali di trading ed altri che cercano di mettere in cattiva luce un broker per scopi personali o perchè pagati. Cerca invece di creare una tua opinione e verifica tutte le fonti.
Ultimo consiglio? Non sempre le perdite e gli errori sono qualcosa di negativo. Spesso da un fallimento può nascere un grande guadagno e devi essere preparato a subire delle perdite altrimenti il trading non fa per te.

Strategie di trading forex: una guida

Abbiamo parlato nell’ultimo post della possibilità di diventare ricchi con il forex. Parliamo ovviamente sempre di possibilità, non di certezza perché nulla è certo in un mercato assolutamente aleatorio come è il forex. Abbiamo anche affermato che il modo più sicuro per diventare ricchi con il forex è partire con un’ottima piattaforma di trading (sicura e senza commissioni) e poi crederci, andare fino in fondo. Per guadagnare più velocemente sul mercato forex è necessaria anche una strategia forex che funzioni davvero. Dove è possibile trovare una strategia forex? Per tutti coloro che sono alla ricerca di una strategia forex che funzioni, suggeriamo di partire da http://www.forextime24.com/strategia-forex/. Si tratta di una pagina molto completa che presenta strategie forex interessanti per i principianti. Il sito dove è pubblicata questa pagina, ForexTime24, è molto giovane ma ha già dimostrato di essere un punto di riferimento irrinunciabile per la comunità di praticanti italiani del forex.

Strategia forex senza indicatori

Una delle difficoltà maggiori che si trovano ad affrontare i principianti del forex quando provano ad applicare na strategia forex sta negli indicatori. Possiamo dire che gli indicatori sono complesse funzioni matematiche che dovrebbero aiutare a prendere decisioni sul mercato. Molte strategie forex complesse si basano proprio sul concetto di indicatore. Ebbene, i principianti di solito non sono in grado di calcolare gli indicatori e non sanno nemmeno utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalle piattaforme di trading forex per farlo. Risultato? Spesso sbagliano ad appliare la strategia forex e quindi perdono soldi. Per questo motivo, i principianti dovrebbero stare alla larga dagli indicatori forex, concentrandosi invece sulle strategie forex senza indicatori. Ricordiamoci che in fondo una buona strategia forex non deve essere complessa, anzi, tanto più è semplice tanto più funziona bene.

Segnali di trading forex

Esistono eccezionali strategie forex disponibili gratuitamente ma in alcuni casi può essere comunque difficile seguirle autonomamente. Per quei trader che per inesperienza o mancanza di tempo non sono in grado di seguire nessuna strategia forex, può essere utile seguire segnali di trading forex. Quando parliamo di segnali dobbiamo andare cauti. Non tutti i segnali di trading sono buoni, ci sono segnali che purtroppo non funzionano bene e segnali che invece fanno fare profitti elevatissimi. Prima di selezionare una fonte di segnali bisogna analizzare con cura lo storico, per riuscire ad individuare segnali che nel passato hanno comunque generato profitti elevati. Solo a partire da questo punto si può pensare di seguire il fornitore di segnali. Non è una cattiva idea, inoltre, iniziare con un capitale molto piccolo, da incrementare via via che i segnali si dimostrano in grado di generare profitti.

I segnali di trading forex possono essere gratuiti e possono essere a pagamento. Non c’è modo di dire se sono migliori i segnali di trading a pagamento o quelli gratis. Tutto sta a valutare l’efficacia dei segnali stessi. Per fare un esempio banale: a che pro seguire dei segnali di trading gratis se non fanno guadagnare soldi? Invece un buon servizio di segnali forex a pagamento che faccia guadagnare molti soldi conviene seguirlo sempre, a patto però che si abbia un capitale sufficiente a seguire le operazioni.

Se ho un capitale di 100 euro e pago 100 euro al mese per un servizio di segnali, ad esempio, difficilmente riuscirò a rientrare della spesa, persino se il servizio funziona bene e genera profitti quasi sempre.

Per completezza, ricordiamo che tutti i migliori broker per il trading forex mettono a disposizione segnali che sono buoni e che vengono messi a disposizione gratuitamente degli utenti del broker stesso.

Metodi trading forex

Ma allora qual è il metodo di trading forex che fa guadagnare di più? Parliamo chiaramente: non esiste nessun metodo che garantisce miracoli, cioè guadagni certi al 100%. Non può esserci la certezza di guadagno se si opera con i segnali, anche se chi diffonde il segnale è un esperto. E non può esserci ovviamente questa certezza nemmeno se si opera con una strategia. Quello che possiamo dire a proposito di metodi trading forex è che operando con serietà, razionalità e disciplina i risultati arrivano. Poi un’operazione ogni tanto può andare male, ma questo è normale e dipende dalla natura stessa del mercato forex.

Strategia forex infallibile

Su molti forum finanziari si trovano spesso utenti che asseriscono di avere a disposizione una strategia forex infallibile, strategia che ovviamente loro venderebbero giusto per aiutare il prossimo. Facciamo attenzione: non esistono streategie forex infallibili, tutte le strategie possono sempre avere qualche operazione che si chiude in perdita. Tra l’altro quando una strategia viene venduta come infallibile di solito è una pessima strategia ed è infallibile solo nel generare perdite.

Possiamo diventare tutti ricchi con il forex?

Molti tra coloro che cominciano a fare trading sul mercato forex sperano di diventare ricchi, magari velocemente. E’ possibile diventare ricchi con il mercato forex? E’ possibile raggiungere rapidamente il benessere anche se si parte da zero? Sono belle domande perché corrispondono ad un’esigenza reale di tanti trader principianti, trader che cominciano a operare sul mercato forex o su altri mercati proprio perché hanno assoluta necessità di guadagnare. Purtroppo proprio queste legittime esigenze sono sfruttate, troppo spesso, da individui privi di scrupoli che vogliono solo vendere fumo. Insomma, quando si trova su internet una pubblicità che spinge un metodo per diventare ricchi con il forex, di solito si tratta di una truffa.

Nessun broker serio, nessun corso serio e nessun altro servizio serio di trading online faranno mai pubblicità promettendo ricchezze immense. La verità è che il forex è un mercato molto buono per fare trading on line e molte persone, effettivamente, riescono ad arrivare al successo. Ma non possiamo assolutamente pensare al forex come un modo per fare soldi facili. I soldi facili non esistono da nessuna parte, chiunque promette soldi facili di solito sta solo truffando il prossimo.

Ma allora con il forex si può diventare ricchi?

La risposta è sì, con il forex effettivamente è possibile diventare ricchi ma non c’è nessuna garanzia e vediamo perché. Per prima cosa il forex è un mercato rischioso: questo significa che è possibile perdere il proprio capitale se si fanno errori negli investimenti. A volte si pensa che quando si perdono soldi si sta subendo una truffa. E’ vero o no? La risposta è che dipende dalla situazione. Esistono broker che truffano, è vero, ma ci sono anche broker assolutamente onesti e sono quelli autorizzati e regolamentati CONSOB. Se si vuole evitare di subire una truffa è sufficiente scegliere di operare con questo tipo di broker.

Ma attenzione: scegliere un broker autorizzato e regolamentato CONSOB non garantisce, in nessun modo, che si otterrano profitti elevati. Per prima cosa, anche tra i broker CONSOB ci sono broker poco convenienti, ad esempio quelli che applicano commissioni. Operare sul mercato forex pagando commissioni è un vero e proprio suicidio perché tutti gli eventuali profitti evaporano rapidamente. E poi abbiamo detto che il mercato forex è un mercato imprevedebile, nessuno è in grado di garantire che non ci saranno perdite.

Chi vuole diventare ricco con il forex trading deve avere questa consapevolezza ma deve essere anche fiducioso sul fatto che di solito il lavoro serio viene ripagato. Che cosa significa questo? Significa che conviene utilizzare un broker affidabile, sicuro, autorizzata da CONSOB e ovviamente senza nessun tipo di commissioni sull’eseguito.

Questo è il punto di partenza: a questo punto ci vuole impegno, lavoro, passione, dedizione. Magari ci possono volere anni e anni di durissimo lavoro, di impegno contro tutto e tutti, ma alla fine i risultati arrivano. Non tutti i trader sono in grado di andare fino in fondo, di seguire la propria strada fino alla fine. Ecco spiegato perché ci sono trader che ce la fanno e trader che invece non ce la fanno. Non è una questione di intelligenza, furbizia, preparazione o capacità. E’ semplicemente una questione di forza di volontà. Bisogna solo evitare di commettere l’errore di scegliere una piattaforma di trading non autorizzata da CONSOB o che applica commissioni e poi bisogna gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Diventare ricchi con il forex in fondo è possibile ma non esiste nessuna scorciatoia possibile, tutto deve essere fatto con serietà e soprattutto senza andare dietro ai canti della sirena delle tante pubblicità ingannevoli che si trovano su Internet.

Segnali di trading per il forex

Sul mercato delle valute, è sempre più richiesto un tipo di servizio ben specifico: i Segnali di Trading per il Forex. Esistono diversi tipi di segnali di trading per il Forex, come ad esempio: segnali di trading forex gratuiti, segnali trading forex gratis, segnali forex in tempo reale, segnali forex affidabili, segnali forex free, segnali forex a pagamento. Tutti questi tipi di segnali di trading Forex, fanno parte del mondo dei segnali di trading. Ma che cos’è un Segnale di Trading Forex?

Prima di proseguire, ricordiamo che la migliore risorsa sui segnali per forex in italiano si trova a questo indirizzo http://www.trendvincente.com/forex/segnali-forex.html

In fin dei conti, è proprio quello che dice la parola, ovvero un tipo di notifica che ci suggerisce ad entrare in una determinata coppia, in uno specifico momento e ad uno specifico prezzo. Il segnale viene generato da un analista oppure da un robot che è abbonato al servizio di segnali forex. Solitamente, a causa della scadenza del segnale, i metodi per segnalare il segnale sono tra i più veloci attualmente disponibili, notifica sul cellulare, email, sito web, SMS, RSS, Tweet e altri metodi immediati.

Ci sono numerosi tipi di segnali di trading per il forex:

1. Segnali gratuiti (i migliori)
2. Segnali a pagamento
3. Segnali di autotrading o copytrading

Servizi offerti dai segnali di trading

È importante essere al corrente di tutti i vari servizi offerti dai segnali di trading per il forex, per non incappare in una truffa di segnali di trading per il forex. I segnali di trading per il forex prima di tutto, forniscono le seguenti funzionalità:

– Entrata ed uscita dalla posizione, on Stop Loss e Take profit per una o più coppie forex.
– Grafici dell’analisi che comprovano la bontà della strategia.
– Uno storico certificato delle performance del fornitore di segnali.
– Coaching one-to-one, oppure commenti come social trading, forum etc.
– Account manager dove il cliente può fornire l’accesso al fornitore di segnali forex.
– Materiale informativo ed educativo
– Periodo di prova per i segnali di trading per il forex a pagamento.

Come sono fatti i segnali di trading Forex

Nell’immagine qua sopra è possibile vedere come sono fatti i segnali di trading Forex. Come potete vedere, è ovviamente specificata la coppia Forex in questione, la direzione del segnale (BUY o SELL), lo stop loss, il take profit, e il rapporto di risk/reward del segnale. Questo è quindi un segnale di trading molto valido, elencato a seconda del tipo di coppia. Sono presenti anche diversi altri tipi di segnali Forex, che vengono inviati anche attraverso uno degli strumenti più utilizzati dai fornitori di segnali attuali: le notifiche di gruppo con Telegram. In pratica il fornitore di segnali vi chiederà di abbonarvi (gratuitamente o a pagamento) facendovi entrare nel suo gruppo di Telegram, dove pubblicherà i segnali, che saranno letti non solo da te, me anche da tutti gli altri abbonati al servizio.

Attenzione alle truffe scam dei segnali di trading Forex

Prima di comprare un qualsiasi tipo di segnali di trading Forex, è opportuno essere al corrente del fatto che il mercato del forex, essendo il mercato con il più grande giro d’affari, è popolato da diverse tipologie di scam, ovvero di fornitori di segnali che chiedono il pagamento, ma che poi forniscono segnali di dubbia qualità. Il consiglio principale è quello di iniziare prima di tutto con i segnali di trading gratuiti, che permettono di usufruire dei segnali senza dover sborsare alcun tipo di somma. Se volete poi iniziare ad acquistare i segnali di trading, fatelo, ma seguite sempre questa nostra guida per farlo (controllate che gran parte dei servizi elencati in “Servizi offerti dai segnali di trading” siano forniti dal fornitore di segnali in questione).

Che cosa sono i Bonus omaggio?

I Bonus omaggio sono una parte del capitale che il broker prescelto mette a disposizione come omaggio al nuovo iscritto subito dopo aver effettuato il primo deposito.

Perché sono importanti i bonus?
I bonus non rappresentano tutto nella valutazione del broker migliore, ma sicuramente hanno l’importante funzione di ampliare il capitale iniziale, permettendo di effettuare più operazioni di quelle che normalmente si possono fare. In cambio del bonus, il broker richiede di effettuare una certa quantità di trading prima di poter ritirare il capitale.

Per valutare la qualità di un broker, tuttavia, non è consigliabile prendere come riferimento soltanto la presenza di un bonus di benvenuto, sarebbe invece più opportuno considerare la presenza di alcuni requisiti molto più incisivi e determinanti una buona esperienza di trading online.

E’ possibile consultare la rete, per cercare i migliori broker forex in circolazione da mettere in confronto e poter scegliere in base ai requisiti e alle esigenze personali.

Se la convinzione di voler entrare nel mondo del forex trading è ferma e motivata, il passo successivo è quello di registrarsi alla piattaforma prescelta, e aprire un conto Demo oppure un conto Reale. Il primo è sicuramente la decisione più indicata per chi è principiante e opera senza una conoscenza pregressa. Il rischio di subire delle perdite in una prima fase è molto alto, per questa ragione è preferibile iniziare con dei soldi virtuali.

Dopo esservi registrati inserendo i dati richiesti, si riceve il bonus in soldi reali immediati, senza l’obbligo di effettuare il deposito. E ancora. Potrete ricevere un esclusivo bonus di benvenuto del 30% al primo versamento.

La promozione offerta dai broker per l’iscrizione da parte di un utente è costituita da un piccolo bonus, una cifra irrisoria, che può andare dai 10€ ai 25€, e che viene accreditato sul conto del nuovo cliente che può provare il servizio.

Certamente 25 euro non sono tanti soldi per fare un investimento serio, ma offrono l’opportunità di provare il conto senza alcun rischio, ed evitando di iniziare con il conto demo, talvolta per qualcuno poco realistico.
In realtà il conto demo è molto utile e serve per esercitarsi anche nel testing delle strategie. Forse, sarebbe il caso di pensare che dopo il conto demo, ci si può iscrivere ad una piattaforma con conto reale e con bonus omaggio che serve come una seconda opportunità per una fase di sperimentazione del proprio operato. Trattandosi di una cifra bassa, si può comunque iniziare a far pratica proprio a partire da questa opportunità offerta dal broker.