Conviene davvero investire sui mercati azionari?

Tra tutti i mercati finanziari esistenti (forex, azioni, materie prime, bitcoin, obbligazioni), le azioni sono sicuramente quelle che attirano di più i trader, soprattutto i principianti. Il forex forse può attirare per il suo alone misterioso ma alla fine investire in azioni è qualcosa di più semplice. Dopo tutto fin da piccoli sentiamo parlare al tg di borsa valori, di azioni, ecc,,,

Chiediamoci, quindi, se davvero conviene investire in azioni. La risposta è che dipende da che cosa si intende per investire in azioni. Se pensiamo che investire in azioni significa semplicemente comprare azioni, siamo lontanissimi dalla possibilità di guadagnare. Coloro che pensano di investire in azioni e si limitano a comprare azioni di solito buttano i loro soldi direttamente dalla finestra.

Perché?

Per due motivi principali. Da una parte le piattaforme di trading online che consentono di comprare azioni sono piattaforme che applicano commissioni esose sull’eseguito. Anche se possono disporre dell’autorizzazione ad operare da parte di CONSOB, le commissioni sull’eseguito sono una vera e propria truffa legalizzata e molti principianti del trading si fanno spennare vivi da questo tipo di commissioni.

Le piattaforme di trading devono guadagnare, è ovvio e giusto, ma l’unico modo legittimo per farlo (senza danneggiare i trader) è costituito dagli spread, cioè dalle piccole differenze tra il prezzo a cui è possibile comprare e quello a cui è possibile vendere. Qualunque altro modo per fare soldi, commissioni sull’eseguito o costi fissi, è un modo assolutamente poco conveniente per il trader. La parola truffa legalizzata è più che adeguata per descrivere questa situazione.

C’è anche un altro motivo per cui comprare azioni non conviene mai, almeno ai piccoli investitori. Se compro un’azione guadagno quando il prezzo sale ma quando scende non posso far altro che incassare le perdite. Al massimo posso vendere se voglio limitare le perdite ma comunque devo mettere una croce sopra ai miei soldi.

Il modo giusto per investire in azioni è utilizzare i derivati. Se utilizzo i derivati guadagno sempre, sia quando il mercato sale sia quando scende. Ed è questo che conta quando si fa trading online, guadagnare il più possibile.

Certo il business delle commissioni sull’eseguito è grasso ed è in mano a poteri forti, quindi i mezzi di comunicazione di massa continuano a propagandare l’idea che investire in azioni significa comprare azioni. Il fatto che poi questa idea comporti perdite catastrofiche per coloro che la seguono interessa poco. Anzi, sono proprio queste perdite che mantengono in piedi il carrozzone.

Sarebbe così semplice scegliere di investire in azioni con opzioni binarie o contratti per differenza, perché nessuno te lo ha mai detto? Prova a darti una risposta. E ricordati che a pensare male si fa peccato ma si indovina sempre.

Forex trading

Il forex trading consiste nel fare soldi in maniera intelligente sfruttando le naturali oscillazioni dei mercati valutari. Fare forex trading è un modo rapido e sicuro per guadagnare oppure è una truffa legalizzata come dice qualcuno? Probabilmente, come spiega ForexItalia24, portale di riferimento in Italia per il forex trading, non è nè l’una nè l’altra cosa. E’ vero, ci sono persone che insistono sul fatto che il forex trading sia una truffa ma l’espressione è nelle migliori delle ipotesi un’inutile generalizzazione. Le truffe nel forex esistono, non possiamo certo negarle, e sono anche dolorose da sopportare. Tuttavia è molto facile scoprirle ed evitarle, basta stare attenti al momento della scelta del broker. Anche l’opinione secondo cui il forex trading è un modo per fare soldi non è così condivisibile: è vero che con il trading valutario si può guadagnare molto, questo non è possibile negarlo neanche volendolo. Ma facciamo un paragone: direste che l’operaio che va a lavorare tutte le mattine in fabbrica sta guadagnando soldi oppure direste che sta lavorando? Ovviamente che va a lavorare, il fatto che guadagna dei soldi è un corollario. Quando si parla di forex pare invece che il trader passi il tempo a incassare dei soldi. Non è così, purtroppo. Il trader forex passa il suo tempo studiando, analizzando, operando sui mercati finanziari.

Forex trading cos’è

A questo punto è meglio fare chiarezza definitivamente: che cosa è il forex trading? Di base si tratta di un commercio valutario, svolto con l’obiettivo di guadagnare dall’oscillazione delle valute. Il valore relativo delle valute cambia ogni secondo per le ragioni più varie, rispettando quella che è la legge fondamentale in economia e cioè la legge della domanda e dell’offerta. In pratica, se c’è domanda di una valuta rispetto ad un’altra, questa si apprezza. Senza entrare troppo nella teoria economica, analizziamo il forex trading con un esempio pratico. Prendiamo in considerazione le due valute più importanti del forex, il dollaro e l’euro. Se possiedo euro e penso che il dollaro si rafforzerà posso fare la seguente manovra:

  1. Vendere i miei euro e procurarmi dollari
  2. Quando il dollaro raggiunge il suo massimo, vendo dollari e ricompro euro

Alla fine mi ritrovo con una somma (in euro) più elevata di quella che avevo, magari pochi secondi prima. Decisamente un buon affare. E’ un esempio banale, perché di solito si opera con strumenti derivati ma il principio di fondo è questo.

Forex trading demo

Per chi volesse capire con un esempio ancora più concreto come funziona il forex trading, potrebbe aprire un conto su una piattaforma forex e provare una demo del forex trading. Un conto demo garantisce la possibilità di fare trading valutario senza rischi perché i soldi utilizzati sono virtuali. Si tratta però dell’unico elemento virtuale perché tutto il resto è reale: si utilizza la stessa piattaforma che si utilizza per fare trading con soldi veri, i movimenti del mercato sono quelli effettivi, ecc…

Utilizzare le demo non ha rischi di tipo economico ma probabilmente potrebbe comportare un rischio di tipo psicologico
. Quello che può succedere, infatti, è che ci si abitui a considerare il forex trading come qualcosa esente da rischi. Sappiamo bene, invece, che il trading è rischioso e che i rischi vanno sempre controllati. Per questo motivo il consiglio è quello di non esagerare con le demo, poche ore vanno bene prima di passare a operare con i soldi veri, di più è pericoloso.

Forex trading automatico

Gli italiani, lo sappiamo, sono sempre alla ricerca di scorciatoie per arrivare prima ai soldi. E nel forex trading si pensa che la scorciatoia migliore sia fare forex trading automatico. E’ vero questo? E’ possibile fare soldi facendo trading in modo completamente automatico? La risposta è che dipende dalla situazione, dal metodo usato e soprattutto dipende dal trader. Ebbene sì, anche quando si fa trading in automatico sul mercato forex la responsabilità è sempre e comunque del trader che deve operare con intelligenza. Questo sui forum non lo scrivono ma anche per il trading automatico devi usare la testa.

Facciamo un esempio concreto di trading forex automatico, il social trading di eToro. In questo caso si guadagna copiando dei trader più bravi. A parole, tutto automatico. Ma nei fatti? Nei fatti bisogna cercare attentamente quelli che sono i migliori trader, verificare le loro performance e capire se fanno davvero guadagnare oppure no. Ma non è un lavoro da una botta e via: chi fa social trading deve controllare tutti i giorni i risultati dei vari trader che sta copiando per evitare di trovare brutte sorprese. Niente è sicuro nella vita e un trader che è sempre stato bravo potrebbe, anche di colpo, iniziare a guadagnare meno. Solo accorgendosi in tempo del problema è possibile evitare delle pericolose e dolorose perdite.

Forex trading: soldi o rischio?

Il forex trading è un modo per fare soldi facili come si dice? Oppure il rischio è così elevato che non vale la pena rischiare? Allora, cominciamo con il dire che nella vita senza rischio non si ottiene proprio nulla. E’ una verità che probabilmente molti già conoscono. Tuttavia prima di buttarci a capo chino in ogni sorta di impresa pericolosa, dobbiamo imparare a distinguere rischi da rischi.

Prendiamo il forex (visto che il sito è dedicato al trading online e alle notizie finanziarie). Ebbene, nel forex possiamo sicuramente dire che c’è un rischio di mercato, dovuto alle imprevedibili oscillazioni di mercato. Questo tipo di rischio è assolutamente ineliminabile. Chi sceglie di fare forex trading deve assumersi il rischio di trading e soprattutto lo deve controllare. Senza controllare il rischio si commette un vero e proprio suicidio finanziario. Esistono però altri tipi di rischio che si possono controllare facilmente. Pensiamo al rischio connesso alla scelta del forex broker. Chi sceglie un broker sicuro, affidabile, autorizzato e regolamentato CONSOB ha la certezza che i suoi soldi sono assolutamente al sicuro, che potrà prelevarli come e quando crede senza nessun tipo di perdita di tempo o di formalità.

Chi invece affida i propri soldi ad un broker che non è autorizzato e regolamentato non corre il rischio ma ha la certezza che qualche tipo di problema accadrà
. La cosa peggiore è che si tratta di un rischio così facilmente eliminabile che è davvero poco intelligente fare una scelta di questo tipo. Molti neofiti, purtroppo, hanno intenzione di fare trading (cosa lodevole) ma si affidano al primo broker di cui incontrano la pubblicità, magari su Repubblica.it

Ma come si fa a controllare i rischi del forex? Esistono dei metodi molto semplice, veramente alla portata di tutti, che garantiscono la possibilità di tenere sempre sotto controllo i rischi del trading, garantendo quindi la possibilità di guadagnare con un rischio veramente limitato. Il primo trucco per controllare il rischio è fare money management. Se faccio money management, sicuramente investo solo una piccolissima parte del mio capitale complessivo. Se l’operazione va male, le perdite sono limitatissime. Facendo più operazioni, ovviamente con strategie ottimali, il numero di operazioni in profitto sarà sicuramente largamente superiore al numero di operazioni in perdita.

Un altro trucco che aiuta a limitare le perdite è quello di fissare stop loss: in questo caso si dice automaticamente al sistema di chiudere la posizione quando il livello di perdite supera un determinato livello. Fissare correttamente lo stop loss richiede sempre un minimo di razionicio. Se lo stop loss è fissato in maniera troppo stretta, si rischia di chiudere operazioni alla minima oscillazione del mercato, rinunciando a profitti anche molto elevati. Se invece lo stop loss è fissato in maniera troppo ampia, si rischia di doversi assumere delle perdite elevate.

Insomma, chi vuole guadagnare soldi con il forex trading deve saper assumersi i suoi rischi, deve ragionare e soprattutto deve stare attento alla piattaforma di trading che utilizza. Difficile a dirsi, molto più facile a farsi, soprattutto qunado si accumula un minimo di esperienza!

Valutare un forex broker

Non sempre al momento della scelta del forex broker si fanno scelte felici. Può capitare infatti che si scelga un broker poco serio o poco affidabile e il risultato, come si può immaginare molto facilmente, è che si perdono soldi. Spesso si pensa al forex come un modo per guadagnare soldi facili ma altrettanto spesso si rivela una trappola capace di distruggere i sogni di gloria finanziari di molti trader inesperti. Molti trader, in effetti, si pensano già come una copia in piccolo del Lupo di Wall Street, si immaginano circondati di splendide donne in luoghi lussuosi ma magari hanno aperto il loro conto di trading presso un broker disonesto e quindi perdono tutto in pochissimo tempo. Dal punto di vista economico, in effetti, non è che si tratta di una grande perdita. Alla fine di solito si inizia a operare sul forex con poche centinaia di euro (o anche meno). Quello che questi trader principianti perdono è la fiducia nel poter guadagnare soldi con i mercati finanziari. E questo, probabilmente, vale di più dei soldi.

Ma allora come si fa a valutare un buon broker
per forex trading? Un primo trucco può essere partire da una buona classifica dei migliori forex broker. Un consiglio è quello di partire da www.forexbroker-it.com, una delle migliori classifiche per broker che abbia mai trovato su internet.

Ma questo è solo il punto di partenza: una volta trovati quali sono i migliori broker bisogna scoprire anche quello che fa per noi. E non sempre è il primo in classifica. Molto spesso le classifiche sono soggettive perché costruite secondo le preferenze dell’esperto che le ha redatte. La maggior parte degli esperti fa anche trading online, quindi tenderà a premiare soprattutto i broker che gli piacciono personalmente come trader, che usa e che lo hanno fatto guadagnare. Ma non è detto che questi broker siano anche i migliori per te.

Devi quindi valutare accuratamente tutti i broker presenti in classifica, magari leggere le recensioni che di solito accompagnano la classifica. E non è finita qui: per valutare un forex broker è spesso necessario provare direttamente, fare trading, magari anche solo con un conto demo. Una volta convinti che il broker può essere di buona qualità, è possibile pensare di cominciare a operare con soldi veri. Ma attenzione, la fase di valutazione di un forex broker non finisce praticamente mai. All’inizio è opportuno cominciare con qualche spicciolo, ad esempio aprire un conto con soli 250 euro che spesso è il deposito minimo di molti broker. Solo dopo una prova positiva (da concludere preferibilmente con il prelevamento dei profitti ottenuti) si può passare a depositare cifre maggiori. Ma il processo di valutazione di un forex broker non finisce mai perché le cose possono sempre cambiare, può sempre succedere che un broker che ci sembrava di elevata qualità cambi completamente politiche. Mai abbassare la guardia e mai cedere ai sentimentalismi: se un broker che ha sempre funzionato smette di farlo, meglio cambiare subito senza perdere tempo e soldi. Ci sono molti broker di qualità per operare sul forex!

Guadagnare soldi con i bitcoin

Il bitcoin, abbiamo visto nell’ultimo articolo, è una delle criptovalute più diffuse e più utili per proteggere il proprio denaro. Ma non è questo l’unico utilizzo che possiamo fare dei bitcoin. In effetti moltissime persone stanno già utilizzando i bitcoin per uno scopo forse ancora più nobile: guadagnare.

Ma come si fa a guadagnare soldi bitcoin?



La risposta è molto semplice: piattaforme come Markets consentono di scommettere sull’andamento del bitcoin, con profitti piuttosto elevati. Possiamo dire, anzi, che vista l’elevata volatilità del mercato dei bitcoin e la facilità relativa con cui è possibile fare le previsioni, i bitcoin sono una forma ideale di investimento speculativo.

Ma perché cambia il valore del bitcoin? Di solito in relazione a qualche evento particolare. Quando capita, ad esempio, che c’è un grosso sequestro di bitcoin perché magari un sito vendeva droghe o altre sostanze illegali e si faceva pagare appunto in bitcoin, il valore della valuta virtuale crolla. Se invece si diffonde la notizia che un grande sito legale incomincia ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento, ovviamente il valore del bitcoin aumenta. E si tratta sempre di notizie che hanno ampio spazio sui mezzi di comunicazione e quindi è facilissimo prevedere l’andamento di questa valuta.

Il bitcoin è un asset molto semplice da tradare anche perché non ci sono poteri forti che ne influenzano le quotazioni: si comporta sempre, esattamente, come prevede la teoria. Questo significa che il bitcoin è perfetto per tutti coloro che vogliono fare analisi tecnica. In molti casi, infatti, capita che chi faccia analisi tecnica su altri asset si trovi spiazzato dall’intervento interessato dei soliti poteri forti. Nel caso del bitcoin, invece, i poteri forti non possono proprio intervenire e quindi anche il piccolo trader può fare grandi guadagni.

Perché Markets.com
Abbiamo citato, poco fa, la piattaforma Markets.com come strumento ideale per guadagnare soldi con i bitcoin. In effetti è una delle piattaforme di trading più complete e funzionali al mondo, una piattaforma con cui è possibile fare trading di una serie infinita di asset finanziari, dal forex alle azioni. Ovviamente Markets.com offre un supporto pieno al trading di bitcoin.

Tra le altre caratteristiche di questa meravigliosa piattaforma dobbiamo sicuramente ricordare il bonus fino a 2.500 euro che viene offerto a tutti gli iscritti e l’assoluta convenienza. Si tratta infatti di una piattaforma completamente gratuita e senza commissioni. Per tutti coloro che vogliono guadagnare con i bitcoin, suggeriamo di aprire un conto su Markets.com: clicca qui subito per aprire il tuo conto.

Markets.com è autorizzata e regolamentata dalla CONSOB, il che fornisce una garanzia assoluta di protezione per tutti coloro che decidono di adoperare Markets.com per investire sui bitcoin o su qualunque altro asset finanziario.

Bitcoin e criptovalute, la rivoluzione che cambierà il mondo?

Sono anni ormai che le banche centrali hanno messo in moto le rotative, innondando il mondo di liquidità. In pratica per coprire le gravissime carenze di politiche economiche dei governi (impegnati più che altro a comprare consenso facile) le banche centrali hanno espanso all’inverosimile la base monetaria. Se ad un primo esame può sembrare positivo (ai politici piace sempre molto), in effetti è qualcosa di enormemente negativo. Perché? Semplicemente perché il denaro così vale meno. Giorno dopo giorno, in pratica, i tuoi risparmi valgono di meno perché le banche centrali stanno stampando denaro. E se per motivi contingenti (leggi crisi economica) fino ad oggi non si è verificato alcun fenomeno inflattivo, siamo sicuri che appena la crisi smetterà di mordere si scatenerà un’iperinflazione da far tremare i polsi.

Che cosa può fare il cittadino comune per difendersi da queste politiche scellerate? Primo, potrebbe ricordarsene quando va a votare. Purtroppo però la maggior parte degli elettori pensa a vivere con i soldi degli altri piuttosto che a difendere il suo lavoro e il suo patrimonio (lo Stato moderno ha abituato i cittadini a vivere da parassiti, solo autonomi e imprenditori pensano con la propria testa e sono una piccola minoranza).

Ma allora che può fare chi vuole difendersi? Potrebbe acquistare oro fisico (non strumenti finanziari derivati) e conservarlo in paesi con certezza di diritto e rispetto per le libertà fondamentali degli individui (cioè in Svizzera). Tuttavia l’oro fisico è perfetto per preservare il patrimonio ma non è molto comodo per fare transazioni soprattutto online (anche se l’idea di tornare alle care vecchie monete d’oro non sarebbe completamente sbagliata).

E allora che cosa si può fare?

Si possono adottare le criptovalute. Si tratta di valute non controllate da banche centrale ma gestite con un sistema distribuito che impedisce a chiunque di prenderne il controllo. La più famosa delle criptovalute è il bitcoin che ha raggiunto gli onori della cronaca, in questi anni, per il grande numero di persone che hanno cominciato a fare trading di bitcoin.

Il bitcoin ha diversi vantaggi. Per prima cosa non è soggetto al controllo di una banca centrale e quindi agli appetiti dei politici. Vista che la produzione di bitcoin è sempre più difficile, in pratica si tratta di una moneta intrinsecamente in deflazione. Questo significa che il denaro convertito in bitcoin acquista valore per il solo fatto di esistere. Un vantaggio immenso. In secondo luogo, i bitcoin sono facilissimi da usare: basta un click di fatto per effettuare un pagamento. E questi pagamenti, per dire, sono anche nascosti ai rapaci occhi degli stati, sempre più avidamente interessati a estorcere denaro ai cittadini (ormai ridotti a sudditi) tramite le tasse.

Con i bitcoin, quindi, è possibile preservare il proprio patrimonio e allo stesso tempo avere un mezzo di pagamento discreto, sicuro e poco controllabile dai governi.

Ma i bitcoin sono molto volatili, direbbe qualcuno. E’ vero, c’è un elevato livello di volatitiità con quotazioni che cambiano continuamente. Questo non è un problema, anzi può essere un’occasione per fare facili e immediati guadagni (cosa di cui parleremo con il prossimo post). Chi vuole utilizzare il bitcoin come moneta di scambio o per la semplice tesaurizzazione si deve semplicemente dimenticare del fatto che le quotazioni cambiano di giorno in giorno o di minuto in minuto.

Opzioni binarie: la guida completa

opzioni binarieAbbiamo già parlato più volte di trading online di opzioni binarie e in effetti le opzioni binarie sono uno degli argomenti in assoluto più interessanti per coloro che decidono di guadagnare soldi con il trading online. Questo articolo vuole essere una guida al trading binario e consigliamo di leggerlo a tutti coloro che sono interessati realmente a guadagnare con le opzioni binarie.

Opzioni binarie opinioni

Per prima cosa diciamo chiaramente che chi vuole guadagnare con le opzioni binarie non si deve far influenzare dalle opinioni fasulle che si trovano online. Quante volte abbiamo letto, giusto per dare un esempio, che le opzioni binarie sono un modo per fare soldi facili anche senza sapere nulla? E’ vero che le opzioni binarie garantiscono ottimi guadagni a tutti, ma un minimo di preparazione bisogna averla. E non si tratta di un metodo automatico, questo deve essere chiaro. Altra opinione assurda è che le opzioni binarie siano una truffa. Sappiamo tutti che esistono broker che truffano, su questo non ci sono dubbi. Ma è molto facile individuarli e starne alla larga, in fondo basta operare sempre con broker che siano autorizzati e regolamentati dalla CONSOB e si ha la certezza assoluta che il denaro sarà sempre protetto e garantito. Come si vede di opinioni sulle opzioni binarie ce ne sono tante, cadere vittima di una falsa opinione significa rinunciare in partenza a guadagnare soldi con le opzioni binarie. E questo sicuramente non è un bene!

Opzioni binarie forum

Ma dove è che queste opinioni fasulle vengono diffuse e difese? Sui forum finanziari, purtroppo. Uno si immagina di solito che forum finanziari come quello di FinanzaOnline siano seri e affidabili e invece sono la palestra delle frustrazioni di tanti trader falliti (o di persone che non hanno mai nemmeno aperto una piattaforma di trading). Sono queste persone che si divertono (a modo loro) a diffondere sui forum queste opinioni che è meglio definire castronerie (giusto per non usare termini più volgari). Il consiglio che diamo a tutti è quello di stare lontani dai forum, alla fine non si impara nulla e anzi si rischia di perdere molti soldi seguendo consiglio sballati.

Opzioni binarie strategie

Per guadagnare con le opzioni binarie ci vogliono le strategie giuste, su questo non ci piove. Ma che cosa significa? Non è difficile seguire il trend del mercato semplicemente osservando il grafico dei prezzi e questa è la migliore strategia di trading per opzioni binarie che si possa seguire. Come si vede è una strategia semplice ed elegante, alla portata anche del trader più ignorante e meno capace. Eppure molti trader si affannano alla ricerca di strategie complicate, strategie che spesso hanno come unico effetto quello di far perdere soldi ai trader che hanno la malsana idea di utilizzarle. Ancora una volta si tratta di danni fatti sui forum finanziari, in questo caso da utenti che vogliono provare a vendere metodi miracolosi per guadagnare con le opzioni binarie.

Opzioni binarie falla

E proprio a questo proposito dobbiamo ricordare che ancora oggi, nel 2015, c’è gente che cerca la falla delle opzioni binarie. Ormai lo sanno tutti che la falla delle opzioni binarie proprio non esiste, che è molto facile guadagnare applicando semplici strategie di trading e che questi trucchi non servono. Eppure ci sono ancora coloro che si fanno gabbare e pagano fior di quattrini per ebook che spiegherebbero come fare soldi con la falla delle opzioni binarie. Peccato che questi ebook non spiegano un bel niente e che i soldi facili non si ottengono certo con la falla delle opzioni binarie.

Broker opzioni binarie

Uno degli elementi che influenza veramente tanto i guadagni che si possono ottenere con il trading binario è la scelta del broker. In effetti possiamo dire senza tema di essere smentiti che scegliere un buon broker di opzioni binarie garantisce in maniera quasi matematico i profitti. Viceversa, scegliere un broker di bassa qualità significa condannarsi, con le proprie mani, a perdere soldi. I migliori broker (gli unici che consigliamo) sono quelli autorizzati e regolamentati dalla CONSOB. In questo caso abbiamo la certezza del fatto che si tratti di broker onesti e affidabili. Ma non dobbiamo guardare solo a questo aspetto. Dobbiamo essere attenti ad altri aspetti come la presenza di una demo opzioni binarie, l’ammontare dei bonus e dei rendimenti garantiti agli investitori.

Un’Economia Goldilocks è necessaria per un innalzamento dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve

Ormai non si fa altro che parlare di un futuro innalzamento del tasso d’interesse da parte della Federal Reserve. Ma sarà possibile un innalzamento di questo valore? E’ sicuramente necessaria un’economia di tipo… Continua a leggere.

Il Dollaro di Singapore si è comportato in maniera abbastanza neutrale questa mattina, in quanto la Città-Stato ha riportato un incremento negli export (che non comprendono prodotti petroliferi) nel mese di Maggio, un incremento che ammonta a −3.1%, mostrando un recupero rispetto al declino di Aprile.

Oltre un anno fa, le esportazioni si contrassero di oltre il 2.7%, e un paese come Singapore, estremamente votato alle esportazione, ha sentito enormemente di questa crisi, e a maggior ragione della crisi che sta in questi giorni affliggendo la Cina.

Le spedizioni di beni elettronici in Cina e in Europa sono aumentati enormemente. Il dollaro di singapore è cresciuto contro lo Yen Giapponese, ma è tuttavia caduto contro altre valute in quanto i dati sulle esportazioni sono stati resi pubblici. Tuttavia il Dollaro di Singapore ha continuato a rosicchiare un pò di terreno contro il Dollaro Statunitense, in quanto la coppia USD/SGD è caduta sotto il livello di 1.35.

dollaro

L’economia statunitense si sta riscaldando, ma non è ancora l’economia Goldilocks che la Lagarde vorrebbe.
Il termine Goldilocks fu coniato dal direttore del Fondo Internazionale, la Signora Lagarde. Goldilocks è la storia di Riccioli d’Oro, una favola ottocentesca, che narra di una bambina dai riccioli d’oro che va in una cosa con tre orsi. Questi hanno lasciato tre piatti di minestra sulla tavola. Riccioli d’Oro assaggia il primo piatto, troppo freddo, il secondo che è troppo caldo e poi il terzo, che non è nè troppo caldo e nè troppo caldo, è il giusto mezzo. Da qui in poi è quindi nata la soluzione Goldilocks, che è praticamente il simbolo del giusto mezzo. Per il Fondo Monetario è giusto adottare politiche che non siano quindi nè troppo calde e nè troppo fredde.

Non troppo calda, ma neanche non troppo fredda, ma l’Economia Americana si sta riscaldando, e questo è estremamente necessario per alzare i tassi di interesse nel mese di giugno dal solito valore di 0,25%. I positivi segnali di crescita economica, lasciano ben pensare ad un aumento dell’inflazione e dell’occupazione. Il quadro macroeconomico è stato mescolato. Mentre il PIL del primo trimestre è stato recentemente rivisto al ribasso a -0,7% dal 0,2%, il mercato sta cercando al di là dei fattori transitori che stanno dietro il rallentamento della crescita Q1, concentrandosi piuttosto sulla crescita del secondo quadrimestre.

Trading finanziario: tutto quello che c’è da sapere

Il trading finanziario è l’arte di ottenere profitti comprando e vendendo asset finanziari. Diciamo che questa definizione è un po’ incompleta perché la realtà è migliore: grazie all’avvento degli strumenti finanziari derivati, non è più necessario effettuare l’acquisto dell’asset ma è possibile, semplicemente, scommettere sull’andamento dei mercati.

Perché così tante persone oggi vogliono fare trading finanziario? Le grandi opportunità offerte da mercati quali il forex, la Borsa, le materie prime, i bitcoin sono a portata di tutti. Non è più necessario avere una formazione accademica specifica, non è più necessario avere le amicizie giuste nei circoli che contano o disporre di un capitale finanziario immenso. Adesso tutti possono fare trading finanziario, basta avere un conto di trading presso un broker online. Riflettendoci bene, non è che le persone si sono avvicinate al trading finanziario, è che il trading finanziario si è avvicinato alle persone grazie a questa immensa semplificazione.

Il fatto che oggi siano disponibili broker online, accessibili a chiunque tramite una semplice connessione a internet oggi appare normale, scontato. ma fino a 10 anni fa questo non era affatto scontato e chi voleva fare trading finanziario doveva fisicamente recarsi in banca e parlare con un operatore. Che ovviamente, se la banca era italiana, di solito commetteva molti errori. L’ordine inoltre era eseguito con ritardo e ovviamente le commissioni erano elevatissime.

I broker con cui oggi è possibile fare trading finanziario, invece, non applicano commissioni e sono gratuite, eseguono gli ordini in tempo reale e non presentano problemi tecnici. Qui ovviamente stiamo parlando dei migliori broker per il trading finanziario, perché se andiamo a vedere gli strumenti messi a disposizione dalle banche troveremo ancora commissioni, ritardi ed errori. Nulla è cambiato, in effetti.

Questa semplice osservazione ci fa capire che chi vuole avere successo con il trading finanziario deve porre la massima attenzione nella selezione del broker migliore. Solo con i migliori broker si può guadagnare, questo ormai è chiaro. Bisogna individuare broker che offrano:

  • Bonus omaggio elevati
  • Spread molto bassi
  • Assenza di commissioni
  • Facilità d’uso
  • Corsi in pdf o in video

Ovviamente effettueremo la nostra scelta esclusivamente tra i broker che abbiano ricevuto un’autorizzazione da parte di CONSOB. Come è noto, infatti, operare con broker che non siano autorizzati CONSOB è estremamente pericoloso e può portare a perdere il capitale investito.

Per ottenere profitti con il trading finanziario il broker non è l’unico fattore (anche se è decisamente quello più importante). Anche la strategia che si adopera per fare trading è importante: il consiglio è di scegliere strategie vincenti che siano allo stesso tempo anche semplici da seguire. Un altro elemento molto importante è la disciplina. Per fare trading finanziario devi essere molto disciplinato, sia nel seguire la strategia che tu stesso hai scelto, sia per fare money management. La combinazione di strategia vincente e money management comporta profitti elevati.

In ogni caso è bene ricordare che il trading finanziario può sempre portare a perdite elevate: è bene stare sempre molto attenti al capitale che si investe, mai investire un capitale che non ci si può permettere di perdere.

I broker di opzioni binarie: tutto quello che c’è da sapere

broker opzioni binarieAbbiamo parlato tempo fa del trading binario e delle grandissime opportunità che offre, a tutti. Oggi però vogliamo focalizzare l’attenzione su un aspetto centrale, davvero molto importante quando si fa trading di opzioni binarie, e cioè la scelta del broker opzioni binarie. E’ una scelta così importante da essere determinante. Spesso la differenza tra chi guadagna con le opzioni binarie e chi perde deriva proprio dalla scelta iniziale. Chi sceglie broker poco affidabili, poco onesti o anche solo poco funzionali è destinato a perdere soldi, spesso anche in modo pesante. Chi invece sceglie il broker in maniera opportuna, di solito fa profitti elevati. Questo articolo è una guida introduttiva alla scelta del broker per il trading binario. Leggerlo richiede pochi minuti di concentrazione ed è altamente consigliato per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo delle opzioni binarie e vogliono evitare brutte sorprese.

Miglior broker opzioni binarie

Cominciamo da un concetto fondamentale: la parola broker, se riferita alle opzioni binarie, è pesantemente riduttiva. Nel caso delle opzioni binarie il broker è, di fatto, il market maker non un intermediario. Questo significa che la scelta è ancora più importante e determinante. E’ ovvio che tutti vogliono scegliere il miglior broker di opzioni binarie. Qual è? Difficile, molto difficile, dare una risposta. E la ragione sta nel fatto che ogni trader ha un suo miglior broker. La scelta del broker è un fatto personale e dipende da esigenze particolari di ogni singolo trader. Giusto per fare un esempio, ci sono trader che amano fare trading di opzioni binarie partendo da bonus iniziali veramente molto generosi e altri che invece non apprezzano il bonus e preferiscono operare con rendimenti alti. Ci sono preferenze particolari sull’interfaccia o persino sulla qualità del supporto online. E poi ci sono le differenze fondamentali tra professionisti del trading online che usano le opzioni binarie e principianti. Questi ultimi hanno bisogno di materiale didattico, webinar, spesso di essere accompagnati passo a passo nella loro prima avventuara nel meraviglioso mondo del trading online. Invece un professionista non sa che farsene di queste caratteristiche e apprezza molto di più un bonus omaggio elevato. Ma allora non possiamo dire che ci sono broker consigliati da scegliere? No, ci sono delle caratteristiche di base che possiamo sempre valutare quando dobbiamo scegliere un broker e il resto dell’articolo serve proprio a trattare queste caratteristiche.

Broker opzioni binarie CONSOB

Prima di scegliere un broker, qualunque siano le sue caratteristiche, bisogna verificare che sia autorizzato da parte di CONSOB. Utilizzare un broker non CONSOB per fare trading di opzioni binarie è equivalente ad un suicidio deliberato. Un broker autorizzato CONSOB deve infatti rispettare delle normative draconiane che tutaleno gli utenti e il loro denaro. Un broker non autorizzato e non regolamentato non deve rispondere a nessuno. Di fatto operare con broker di opzioni binarie regolamentati equivale ad avere la certezza assoluta di onestà e sicurezza. Non esiste alcun altro modo di avere questa certezza. Tornando al discorso che stavamo facendo prima riguardo ai migliori broker di opzioni binarie, possiamo scegliere i broker utilizzando le caratteristiche che più ci piacciono. Ma per nessun motivo possiamo scegliere un broker che non sia regolarmente autorizzato e regolamentato dalla CONSOB.

Ma come funziona per i broker stranieri? Se il broker ha sede legale in un paese dell’Unione Europea è sufficiente che sia regolamentato in quel paese perché sia considerato legale in Italia. Questo succede perché la direttiva MIFID che regolamenta i mercati finanziari europei prevede la libera concorrenza del servizi finanziari. E, diciamo per inciso, è un gran bene perché i migliori broker probabilmente sono quelli con sede all’estero. Ai fini della sicurezza un broker autorizzato da un paese europeo è assolutamente equivalente ad un broker regolamentato CONSOB.

Broker opzioni binarie conto demo

Molti dei migliori broker di opzioni binarie mettono a disposizione conti di prova, detti conti demo, per sperimentare il trading online di opzioni binarie. L’esistenza di un conto demo può essere un motivo per scegliere un determinato broker da parte di un principiante. Il vantaggio effettivo di un conto demo può essere duplice. Da una parte è possibile sperimentare, spesso per la prima volta, il trading online di opzioni binarie. Dall’altra + possibile anche valutare un broker prima della scelta definitiva. Se il primo aspetto riguarda soltanto i principianti, il secondo può essere interessante anche per un esperto professionista. Molto spesso per aprire il conto demo è comunque necessario effettuare un deposito. Questo serve ai broker ad evitare l’iscrizione di persone interessate solo a giocare. Ricordiamo infatti che nel caso di un broker autorizzato e regolamentato da CONSOB è possibile ritirare il proprio deposito senza nessun tipo di vincolo e senza nemmeno dover dare spiegazione, in qualunque momento.

Broker opzioni binarie a confronto

Concludiamo la nostra introduzione alla scelta del broker di opzioni binarie consigliando di fare sempre un confronto, la strategia migliore dovrebbe essere aprirepiù di un conto, su broker differenti, per poter poi scegliere quello che offre le prestazioni in assoluto migliori. Il tempo dedicato alla scelta del broker non deve essere considerato come sprecato, anzi in molti casi è un vero e proprio investimento ad altissimo rendimento.