Valutare un forex broker

Non sempre al momento della scelta del forex broker si fanno scelte felici. Può capitare infatti che si scelga un broker poco serio o poco affidabile e il risultato, come si può immaginare molto facilmente, è che si perdono soldi. Spesso si pensa al forex come un modo per guadagnare soldi facili ma altrettanto spesso si rivela una trappola capace di distruggere i sogni di gloria finanziari di molti trader inesperti. Molti trader, in effetti, si pensano già come una copia in piccolo del Lupo di Wall Street, si immaginano circondati di splendide donne in luoghi lussuosi ma magari hanno aperto il loro conto di trading presso un broker disonesto e quindi perdono tutto in pochissimo tempo. Dal punto di vista economico, in effetti, non è che si tratta di una grande perdita. Alla fine di solito si inizia a operare sul forex con poche centinaia di euro (o anche meno). Quello che questi trader principianti perdono è la fiducia nel poter guadagnare soldi con i mercati finanziari. E questo, probabilmente, vale di più dei soldi.

Ma allora come si fa a valutare un buon broker
per forex trading? Un primo trucco può essere partire da una buona classifica dei migliori forex broker. Un consiglio è quello di partire da www.forexbroker-it.com, una delle migliori classifiche per broker che abbia mai trovato su internet.

Ma questo è solo il punto di partenza: una volta trovati quali sono i migliori broker bisogna scoprire anche quello che fa per noi. E non sempre è il primo in classifica. Molto spesso le classifiche sono soggettive perché costruite secondo le preferenze dell’esperto che le ha redatte. La maggior parte degli esperti fa anche trading online, quindi tenderà a premiare soprattutto i broker che gli piacciono personalmente come trader, che usa e che lo hanno fatto guadagnare. Ma non è detto che questi broker siano anche i migliori per te.

Devi quindi valutare accuratamente tutti i broker presenti in classifica, magari leggere le recensioni che di solito accompagnano la classifica. E non è finita qui: per valutare un forex broker è spesso necessario provare direttamente, fare trading, magari anche solo con un conto demo. Una volta convinti che il broker può essere di buona qualità, è possibile pensare di cominciare a operare con soldi veri. Ma attenzione, la fase di valutazione di un forex broker non finisce praticamente mai. All’inizio è opportuno cominciare con qualche spicciolo, ad esempio aprire un conto con soli 250 euro che spesso è il deposito minimo di molti broker. Solo dopo una prova positiva (da concludere preferibilmente con il prelevamento dei profitti ottenuti) si può passare a depositare cifre maggiori. Ma il processo di valutazione di un forex broker non finisce mai perché le cose possono sempre cambiare, può sempre succedere che un broker che ci sembrava di elevata qualità cambi completamente politiche. Mai abbassare la guardia e mai cedere ai sentimentalismi: se un broker che ha sempre funzionato smette di farlo, meglio cambiare subito senza perdere tempo e soldi. Ci sono molti broker di qualità per operare sul forex!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *